La Lazio e il nutrizionista della Malesia

Leggo di un gemellaggio #SSLazio #Malesia: “in rappresentanza della Malesia, Dato’ dr Noordin ha fatto tappa al centro sportivo biancoceleste. Dato’ dr Noordin vorrebbe ripetere questo modello in Malesia, creando una joint venture con la Lazio. Di conseguenza i malesiani potrebbero avvicinarsi alla Lazio”.
Incuriosito dall’ottima mossa, che potrebbe aprire scenari interessanti a livello internazionale, mi immaginavo di discussioni con l’ambasciatore o un incaricato d’affari del governo malese o col presidente della federazione o della lega calcio malesi. E invece, la discussione sì c’è stata, ma col medico nutrizionista… (“in rappresentanza della Malesia?”).
Magari sbaglio io, visto anche che il malese non è facile, ma facendosi un giro:
iannarelli

Leggo poi che secondo il dr. Noordin “Trent’anni fa la Malesia andava bene nel calcio, era la migliore tra gli stati asiatici. Poi si è persa“. Peccato non sia mai arrivata nemmeno tra le prime quattro in alcuna edizione della Coppa d’Asia, e altrettanto i club. Il massimo, vado a memoria, è stato quando Kevin Keegan nel 1985 andò a giocare qualche mese con i Tigers Kuala Lumpur…
 
Spero davvero si facciano amichevoli e che la Lazio possa espandersi seriamente in un grande paese e mercato come la Malesia, dove tutte le grandi sono state negli ultimi anni. Certo bisognerebbe anche attrezzarsi con grandi nomi in campo, social media di livello e multilingue, un ambiente sereno. E comunque almeno raccontiamole bene le cose (“in rappresentanza della Malesia?”).

One thought on “La Lazio e il nutrizionista della Malesia

  1. Ma invece de ste ca** fate una campagna di gennaio per risolvere i problemi e riportare la gente allo stadio non vi accorgete che state perdendo una generazione di tifosi state facendo un danno imperdonabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *